Notti
Adulti
bambini
book now
Migliore tariffa garantita
book now

Storia

Il palazzo che oggi ospita il D.O.M hotel fu costruito nel 1600 circa nell’area retrostante la Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone, per opera dell’Arciconfraternita del Gonfalone, alla quale era stata affidata la Chiesa già a partire dal 1500. La Confraternita volle realizzare un unico edificio su tre piani (negli stessi anni, proprio di fronte, furono costruite anche le Carceri Nuove). Nel 1764 l’architetto Marco David cura il restauro della Chiesa e del Palazzo e in seguito, nel 1864, anche gli interni della Chiesa sono rinnovati per mano dell’architetto Azzurri e del pittore Mariani.

 

È in questa occasione che le lapidi che costituivano il pavimento della chiesa vengono spostate e riposizionate nel palazzo retrostante, che fino al 1912 fu di proprietà dei Certosini. Nello stesso anno i Missionari Clarettiani acquistano la chiesa e il palazzo e ne fanno un convento maschile.Ancora oggi Via Giulia rimane, in parte, un segreto ben custodito e conserva intatto il fascino consistente di una storia stratificata, di cui i palazzi, le corti, i fregi nobiliari e persino le opere incompiute (come il Sofà di Via Giulia: giganteschi blocchi di travertino che sarebbero dovuti diventare il Palazzo dei Tribunali) ne sono straordinaria testimonianza.

 

Il D.O.M hotel è situato in un angolo incantevole e meno abusato della rive droite, in posizione centralissima eppure defilata rispetto all’incessante vita notturna che anima le vie e i vicoli intorno a Campo de’ Fiori. È sufficiente però una passeggiata sui sanpietrini del Rione Regola per scoprire un autentico set dove perdersi senza fretta tra botteghe di artigiani e antiquari, storiche enoteche e atelier di creativi.

un segreto custodito

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso.